Vai alla home di Parks.it

Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand

www.parchialpicozie.it
Banner Locale per la promozione del territorio

Itinerari

Una fitta rete di sentieri attraversa il territorio del Parco, dal fondovalle alla cresta e consente di scoprire anche i luoghi meno frequentati del Parco. Sentieri tematici, sentieri autoguidati, itinerari a lunga percorrenza e strade militari, di rilevanza internazionale (Via Alpina, le Strade dei Valdesi) o nazionale (Grande Traversata delle Alpi o Via Francigena), altri sono estremamente significativi per scoprire le peculiarità del territorio (Sentieri naturalistici autoguidati, 14 Sentieri del Gran Bosco a cura dei guardiaparco) che offrono a scolaresche, famiglie ed escursionisti esperti l'opportunità di conoscere la storia, la natura e la cultura dell'Alta Valle di Susa.
Tutti gli itinerari sono sottoposti a periodica manutenzione e segnalati da cartelli con tempi di percorrenza e quote.
Tutte le strade sterrate interne sono chiuse al transito motorizzato e liberamente percorribili a piedi, in bicicletta, con gli sci o con le ciaspole. Alcuni sentieri sono di rilevanza internazionale (Via Alpina, le Strade dei Valdesi) o nazionale (Grande Traversata delle Alpi o Via Francigena), altri sono estremamente significativi per scoprire le peculiarità ambientali, storiche e culturali del territorio (Sentieri naturalistici autoguidati, 14 Sentieri del Gran Bosco a cura dei guardiaparco). Tutti sono ben segnalati e soggetti a manutenzione periodica da parte dell'Ente. Il regolamento di fruizione del Parco (L.R. n.16/1991) vieta di uscire dai sentieri segnalati.
Le strade e i sentieri del Parco del Gran Bosco di Salbertrand sono stati ideati per una percorribilità essenzialmente estiva.  In periodo invernale molti itinerari non garantiscono un adeguato livello di sicurezza. Pertanto si consiglia, prima di intraprendere i percorsi in presenza di neve o ghiaccio, di verificarne la percorribilità consultando il personale dell'Ente, il gestore del Rifugio D. Arlaud ed i bollettini meteo-nivologici.

Il regolamento di fruizione del Parco, PDF L.R. 22 aprile 1991, n. 16 disciplina le modalità di utilizzo e di fruizione dell'area protetta. L'accesso dei visitatori è libero e può avvenire esclusivamente muovendo dagli ingressi del Parco, sulle strade carrozzabili interne o sui sentieri segnalati. Sono vietati l'accesso e la circolazione dei mezzi motorizzati. E' vietata l'introduzione di cani di qualsiasi razza, al di fuori delle aree attrezzate e segnalate dall'Ente Parco. I cani vanno tenuti al guinzaglio.

PDF Depliant del Parco (PDF - 5Mb)



Le strade del parco

Tutte le strade all'interno del Parco sono chiuse al transito dei mezzi motorizzati esclusi quelli autorizzati (L.R. n.16/1991). Sono comunque percorribili a piedi, in MTB ed in inverno con sci o racchette da neve.
Fanno eccezione la strada Sauze d'Oulx-Monfol-Ser Blanc (aperta tutto l'anno fino a Monfol e nel periodo estivo fino all'area attrezzata Ser Blanc all'interno del Parco) e la Strada Provinciale n.173 dell'Assietta sullo spartiacque tra Valle di Susa e Valle Chisone, dal 2007 oggetto di un piano di valorizzazione e di regolamentazione del traffico.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
Strada Arguel - Gran SerinStrada Arguel - Gran SerinA piedi In bici A piedi
 
Strada Provinciale dell'AssiettaStrada Provinciale dell'AssiettaA piedi In bici A piedi
 
Strada Salbertrand - SapèStrada Salbertrand - SapèA piedi In bici A piedi
 
Strada Salbertrand - Serre BlancStrada Salbertrand - Serre Blanc
Partenza: Salbertrand presso
A piedi In bici A piedi
 
Strada Sauze d'Oulx - Monfol - Ser BlancStrada Sauze d'Oulx - Monfol - Ser BlancA piedi In bici A piedi
 
Strada Ser Blanc-Col BlegierStrada Ser Blanc-Col BlegierA piedi In bici A piedi
 
Strada Ser Blanc-Montagne SeuStrada Ser Blanc-Montagne SeuA piedi In bici A piedi
 



Itinerari escursionistici

Il Parco è attraversato da una fitta rete di itinerari escursionistici, per tutte le esigenze e capacità, che percorrono dal fondovalle alla cresta spartiacque con la Val Chisone e da est a ovest l'area protetta. Tutte le strade sterrate interne sono chiuse al transito motorizzato e liberamente percorribili a piedi, in bicicletta, con gli sci o con le ciaspole. Alcuni sentieri sono di rilevanza internazionale (Via Alpina, le Strade dei Valdesi) o nazionale (Grande Traversata delle Alpi o Via Francigena), altri sono estremamente significativi per scoprire le peculiarità ambientali, storiche e culturali del territorio (Sentieri naturalistici autoguidati, 14 Sentieri del Gran Bosco a cura dei guardiaparco). Tutti sono ben segnalati e soggetti a manutenzione periodica da parte dell'Ente. Il regolamento di fruizione del Parco (L.R. n.16/1991) vieta di uscire dai sentieri segnalati.

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
 Glorioso rimpatrio dei Valdesi
Partenza: Salbertrand
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
5 h
Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia 
GTA - Grande Traversata delle AlpiGTA - Grande Traversata delle Alpi
Partenza: Salbertrand
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
6 h 30 m
Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia 
 La Via AlpinaA piedi A piedi
 
Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia 
Sentiero dei FranchiSentiero dei Franchi
Partenza: Oulx - Frais
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
6 h
Elevato interesse: geologia Elevato interesse: panorama Elevato interesse: storia 
Via FrancigenaVia Francigena
Partenza: Oulx
A piedi A piedi
E - Escursionistico
4 h
Elevato interesse: storia 



SNA - Sentieri Naturalistici Autoguidati

Sentieri segnalati con cippi e segnavia metallici sul territorio.
La guida "Occhi Aperti sul Parco" su cui sono accuratamente descritte tutte le soste è in vendita presso il Centro Visite

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
 Percorso A
Partenza: Pinea
A piedi A piedi
4 h
 Percorso B
Partenza: Pinea
A piedi A piedi
2 h
 Percorso C
Partenza: Monfol
A piedi A piedi
5 h
 Percorso D
Partenza: Monfol
A piedi A piedi
2 h 30 m

Georif.  ItinerarioPercorribilità Interesse
TagliacurveTagliacurve
Sentiero n. 1
Partenza: Salbertrand
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
2 h 30 m
Elevato interesse: flora 
Nel cuore del BoscoNel cuore del Bosco
Sentiero n. 2
Partenza: Salbertrand
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
2 h 30 m
Dai mille ai duemilaDai mille ai duemila
Sentiero n. 3
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
3 h
Giro intorno al LagoGiro intorno al Lago
Sentiero n.4
Partenza: Sauze d'Oulx
A piedi A piedi
T - Turistico
35 m
Strada dei CannoniStrada dei Cannoni
Sentiero n. 5
Partenza: Sauze d'Oulx
A piedi A piedi
E - Escursionistico
2 h 30 m
La ScorciatoiaLa Scorciatoia
Sentiero n. 6
Partenza: Sauze d'Oulx
A piedi A piedi
T - Turistico
40 m
La mulattiera del Gran BoscoLa mulattiera del Gran Bosco
Sentiero n. 7
Partenza: Sauze d'Oulx
A piedi A piedi
E - Escursionistico
1 h 30 m
Le TagliateLe Tagliate
Sentiero n. 8
Partenza: Oulx
A piedi A piedi
E - Escursionistico
1 h 15 m
La mulattiera della RunaLa mulattiera della Runa
Sentiero n. 9
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
3 h 45 m
Pista di EsboscoPista di Esbosco
Sentiero n. 10
Partenza: Sauze d'Oulx
A piedi A piedi
T - Turistico
45 m
Sentiero degli AlpiniSentiero degli Alpini
Sentiero n. 11
A piedi A piedi
E - Escursionistico
1 h 30 m
La strada della CravassaLa strada della Cravassa
Sentiero n. 12
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
3 h
La mulattiera dell'AssiettaLa mulattiera dell'Assietta
Sentiero n. 13
Partenza: Exilles
A piedi A piedi
EE - Per escursionisti esperti
5 h
La mulattiera degli alpeggiLa mulattiera degli alpeggi
Sentiero n. 14
Partenza: Frais
A piedi A piedi
E - Escursionistico
2 h 30 m

Smoke-sauna
Smoke-sauna
Visita guidata alla ghiacciaia
Visita guidata alla ghiacciaia

Il Percorso Ecomuseale

Tra il paese di Salbertrand e il Parco del Gran Bosco, si snoda un itinerario ad anello di circa 7 km (tempo di percorrenza 2 ore circa) che va a toccare strutture e antichi edifici testimonianza della religiosità e della cultura materiale della comunità di Salbertrand e dell'intera Valle dell'Alta Dora.
Il mulino idraulico, il forno comunitario, la ghiacciaia ottocentesca, la smoke sauna, il cantiere forestale, l'ingresso della miniera, la carbonaia, i ruderi di vecchie calcare, la Parrocchiale e i suoi tesori, la cappella affrescata dell'Annunciazione, l'Hotel dieu, le antiche fontane il sito dedicato al Glorioso rimpatrio dei Valdesi raccontano secoli di storia e di sfruttamento delle risorse del territorio e costituiscono punti dimostrativi di attività produttive effettuate con tecniche tradizionali.

PDF Depliant dell'Ecomuseo (5,1Mb)

share-stampashare-mailQR Codeshare-facebookshare-deliciousshare-twitter
© 2019 - Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie